23 marzo 2018

MAI PENSATO ALLA CARTA DA PARATI PER LE TUE STANZE? VEDIAMO ALCUNE IDEE

La carta da parati è senza dubbio, tra gli elementi di design, che maggiormente ravviva le pareti conferendo un nuovo stile a ogni stanza della casa.

La tappezzeria da parete, ultimamente, sta riscoprendo una nuova popolarità, grazie alla versatilità degli ambienti in cui può essere usata: si adatta bene in tutte le camere di casa compreso il bagno e la cucina, potendo optare per una carta di tipo smacchiabile. Grande impiego anche nei negozi, negli uffici, nei bar e negli hotel, in quanto la carta da parati rende i locali più accoglienti e piacevoli da viverci, dando l'impressione che le camere piccole siano più grandi e confortevoli. La scelta del colore e del disegno, inoltre, conferirà gusto e personalità alla stanza, regalando una piacevole armonia a tutto l'ambiente.

Carta da parati, tra praticità e risparmio.
La molteplicità di tipologie di carte da parati, che oggi si trovano in commercio, permettono di poterne scegliere la differente composizione per meglio adattarla al proprio uso. Accantonata l'idea che la tappezzeria non faccia respirare le pareti, ancor più con il supporto tecnologico odierno con cui questi prodotti sono realizzati, sia l'applicazione al muro che la successiva manutenzione, necessitano di pochi, seppur sapienti, accorgimenti. Scegliere un buon prodotto farà si che la resa sia ottimale per diversi anni, occorrerà solo di tanto in tanto una passata con un panno umido per asportarne la polvere che con il tempo si deposita. Avete mai pensato perché negli hotel la tappezzeria viene preferita rispetto all'imbiancatura delle pareti? La carta da parati, allo stesso tempo, decora anche i muri creando così già metà dello stile della camera. Basterà poi acquistare pochi mobili, per completarne l'arredo. Ciò vale anche a casa, una carta di grande impatto visivo permette un minor investimento nella scelta dei mobili.
Novità e materiali delle carte da parati.
Se ancora storcete il naso al pensiero di utilizzare in casa la carta da parati, le nuove tipologie che offre il mercato vi faranno sicuramente cambiare idea. L'effetto casa della nonna è di gran lunga superato, grazie ai nuovi materiali di cui sono fatte. La scelta, può infatti, ricadere su materiali naturali, come il bambù, la seta, i fili d'erba e il sughero talvolta lavorata in rilievo e che ben si adatta ad uno stile minimale ad alto impatto ecologico. Se, invece, volete puntare sulla luminosità, senza dubbio le tipologie metalliche conferiscono ambienti esclusivi, con giochi di luce e riflessi. Esistono poi carte da parati effetto pelle, legno, mattoni, stoffa stropicciata o con applicazioni di perline di vetro. C'è solo l'imbarazzo della scelta.
Ricordate la carta da parati degli anni 70?
Se volete saperne di più su come togliere le macchie dalla carta da parati, i trucchi e i suggerimenti per le stanze dei fumatori, conoscere quali sono gli attrezzi usati dal tappezziere o se vi piacciono le tappezzerie murali a tema floreale - potete scoprire quella più adatta a voi secondo il vostro segno zodiacale - il sito di riferimento è cartadaparatideglianni70.com. All'interno del blog una serie di nozioni vi aiuteranno a risolvere i quesiti che man mano si presenteranno quando state scegliendo il prodotto che fa al caso vostro. Fornitissima anche la sezione dello shop, dove c'è un'ampia suddivisione in base ai materiali, ai motivi e ai designer per i propri ambienti. Il nome del sito si rifà agli anni Settanta, periodo di grande diffusione non solo in Italia della carta da parati tra le mura domestiche. Proprio questo periodo storico è il cavallo di battaglia del sito Carta da parati degli anni 70 che, reinterpretando i motivi vintage, ha dato loro la possibilità di essere conosciuti su scala mondiale e partecipare alle più importanti fiere di settore nel panorama internazionale.
Ad ogni stanza il suo colore.
Quando si rinnova casa è bene tenere in considerazione il significato evocativo di ogni colore, in modo da avere una totale armonia con gli ambienti in cui si vive. Il colore giallo, ad esempio, è adatto per la stanza dei bambini così come per l'ufficio perché stimola la creatività. Per la camera da letto e il bagno occorre optare per il colore blu, perchè trasmette una sensazione di calma e di concentrazione. In salotto e in cucina via libera, invece, con i toni caldi che vanno dal rosso all'arancione, in quanto stimolano l'energia e donando un senso di vivacità. Il viola, poi, mette di buon umore mentre il nero dà energia ad un'ambiente, cercate quindi di ridurne al minimo il suo impiego. 

__________________
Testo: B.Bovio @iblocnotes
Foto: @workandsea, @cartadaparati70, @ejinteriors